Eventi, cosa ci riserva il 2022

È andata, il 2021 si prepara a salutarci e noi siamo pronti a fare il bilancio di quello che abbiamo imparato e di cosa ci porteremo nel 2022. Ma soprattutto siamo pronti a spegnere le luci dell’ufficio, ricaricare le batterie per poi lanciarci nel prossimo anno con altrettanta voglia di rimetterci in gioco. Consentiteci di darvi una breve panoramica di cosa abbiamo in serbo nel primo semestre.

Prima di tutto qualche dato sul futuro deli eventi business: secondo una recente indagine di Grand View Research, la dimensione del mercato globale degli eventi virtuali raggiungerà i 504,76 miliardi di dollari entro il 2028, registrando un CAGR (tasso medio di crescita annuo) del 23,7% dal 2021 al 2028.



Nelle analisi di Grand View Research, la crescita del mercato sarà trainata da due fattori:

  1. Il significativo aumento degli eventi aziendali in chiave digitale o ibrida

  2. La crescente adozione di strumenti e piattaforme dedicate ai virtual events

Da un lato, dunque, le scelte delle aziende di rivedere le proprie strategie di relazione ed incontro con la propria audience di riferimento, dall’altro, la disponibilità di tecnologie abilitanti che saranno le direttrici di un cambio di paradigma profondo che accelererà nei prossimi anni.

Sempre secondo il report di Grand View Research, chi opera nell’ambito degli eventi digitali sta investendo in tecnologia avanzata per soddisfare la crescente domanda di aziende e organizzazioni. Nell’ultimo anno le piattaforme digitali hanno permesso alle persone di partecipare a qualsiasi evento indipendentemente dalla loro posizione, ed è proprio questo uno dei segmenti di maggior crescita del mercato preso in esame dalla società di analisi americana.


Ma torniamo a noi, la FAO ha dichiarato il 2022 anno della pesca e dell’acquacoltura artigianale. Secondo le Nazioni Unite, infatti, i piccoli pescatori e allevatori di pesce hanno un enorme potenziale per promuovere cambiamenti nel mondo della produzione alimentare con effetti a catena positivi avvertiti in tutto il sistema globale. Ad aprire il nostro calendario di eventi sarà proprio l’appuntamento annuale di Pordenone Fiere: il 16, 17 e 18 febbraio con #AquaFarm, #NovelFarm e #AlgaeFarm. Oltre ad ospitare un seminario di #IYAFA organizzato dalla FAO/GFCM e dall’API parteciperanno esperti internazionali del settore pesca sostenibile e acquacoltura ma non solo. Il 2021 è stato un anno di grandi passi avanti e importanti riconoscimenti per il mondo delle coltivazioni indoor e vertical farming (qui il nostro articolo sulla legge della Regione Lombardia che incentiva l’utilizzo di edifici esistenti in serre innovative), parleremo quindi anche di questo e delle diverse innovazioni in ambito agritech. Senza dimenticare le tecnologie e le applicazioni delle microalghe che sono pronte a rivoluzionare il nostro mondo nei campi più disparati, compreso quello della produzione di carne sintetica (link).


Secondo appuntamento dell’anno è con il rapporto tra economia produttiva e commerciale e logistica: il 10 e 11 marzo vi aspettiamo a Milano per Shipping Forwarding&Logistics meet Industry. Tra i pochi cambiamenti positivi portati dalla pandemia c’è la consapevolezza ormai diffusa dell’importanza della #logistica per il funzionamento dell’economia, sia interna che per l’esportazione. Oggi l’economia e la logistica italiana si trovano davanti un’occasione forse irripetibile, i fondi del Recovery europeo. Parleremo quindi di PNRR come sostegno al rilancio del sistema logistico-industriale al 2030. Ma come sarà il mondo nel 2030? Anche a questa domanda cercheremo di dare risposta, partendo da come l’economia e la logistica stanno emergendo oggi dalla prima fase della pandemia.


Le tecnologie di punta per la transizione energetica saranno invece protagoniste a eTech Europe, il 12 e 13 aprile a Bologna. Una nuova manifestazione dedicata al mondo delle batterie e dei motori elettrici, caratterizzata da un approccio tecnologico e industriale, unico in Italia e allineato ai migliori standard europei del settore. Protagonista sarà la supply chain industriale della mobilità elettrica a batterie, e in particolare del #powertrain, dai materiali di base all’integrazione di prodotto e di veicolo. Con un focus sulle tecnologie più avanzate, dalle batterie a stato solido, inerentemente più performanti e sicure, ai supercondensatori. Sarà un evento che porterà nel cuore della Motor Valley emiliana le migliori competenze europee e internazionali.


Maggio, su coraggio. Sarà un mese intenso per noi e per i nostri partner. Si partirà volando alto, con la prima edizione dell’Electric Aviation Show, la prima manifestazione fieristica in Italia interamente dedicata all’aviazione a propulsione elettrica ed ibrida, dai droni ai velivoli passeggeri per le corte distanze. #EAS si terrà il 5 e 6 maggio sul City Airport di Milano, a Bresso, sede dell’Aeroclub milanese che è partner dell’iniziativa. Il programma delle conferenze si concentrerà sulla filiera produttiva che sta dietro all’elettrificazione dell’aviazione, dai sistemi di storage dell’energia ai motori, dall’elettronica al software e alle infrastrutture a terra.


La settimana successiva, il 10 e 11 maggio, a Torino, allargheremo lo sguardo a tutta la mobilità di nuova generazione. Sarà infatti il momento della seconda edizione di Next Generation Mobility di cui siamo co-organizzatori con il nostro partner storico Clickutility Team. Il focus sarà sulle strategie e la governance della mobilità urbana, dalla Mobility as a Service alla politica degli investimenti, anche nel quadro del PNRR, per affrontare poi i temi consolidati dei nostri eventi torinesi, da oltre 15 anni: elettrificazione, connessione, automazione, sicurezza attiva e cyber, nuove modalità di mobilità intraurbana e urban logistics. Non mancherà un argomento nostro, l’accesso universale alla mobilità come diritto fondamentale.



Sempre di mobilità si parlerà nel nostro ultimo evento (per ora, #staytuned) dei primi sei mesi dell’anno che sta per iniziare. Attraverso una partnership con la Genova Design Week, un evento diffuso nel centro storico del capoluogo ligure che attira decine di migliaia di persone, contribuiremo a realizzare due focus business dedicati rispettivamente al #design nautico e navale di yacht e navi da crociera da una parte, e al design automobilistico nella transizione tecnologica dall’altra. Nell’ambito della Genova BeDesign Week, nuovo nome della manifestazione, svilupperemo quindi i contenuti del Blue Design Summit e del Designed in Green Forum. Quest’ultimo riprende un evento da noi sviluppato tra 2013 e 2014 in due edizioni a Torino, che includeva anche un contest internazionale rivolto a studenti e giovani designer (link).


Insomma, abbiamo un po’ di lavoro da fare e non vediamo l’ora. In attesa di snocciolarvi maggiori dettagli e rispondere a tutte le vostre curiosità vogliamo ringraziare tutti voi per averci accompagnato anche quest’anno nelle nostre avventure.

Vi lasciamo con l’augurio di rivedervi presto di persona, perché per quanto siano interessanti e stimolanti gli eventi digitali, niente è come un applauso dal vivo alla fine di un evento.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!


#AuroraMarin #eventi #comunicazione

 

VUOI APPROFONDIRE ARGOMENTI DI TUO INTERESSE?

iscriviti e leggi la nostra newsletter mensile

39 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti