Il tavolo di lavoro d'emergenza sulla logistica dei vaccini Covid-19 individua 9 punti critici

La seconda riunione si è concentrata su nove punti di possibile criticità


La prossima settimana messo a punto il documento finale dei lavori, con le soluzioni




Sono nove i punti critici della complessa catena che dovrà essere realizzata per vaccinare anti-Covid quaranta e più milioni di italiani. Durante la seconda riunione in teleconferenza di ieri del Tavolo di Lavoro sulla logistica dei vaccini Covid dell’Osservatorio Interdisciplinare Trasporto Alimenti e farmaci (#OITAf) il panel multidisciplinare di esperti ha individuato i singoli punti di potenziale crisi che, se non risolti, potranno mettere in pericolo il raggiungimento dell’obiettivo finale del Piano Strategico Vaccinale, l’immunità di gregge dell’intera popolazione italiana entro il prossimo autunno.


Ecco i nove punti principali d’attenzione identificati, la cui non risoluzione preventiva può portare al fallimento totale o parziale del piano vaccinale:

1. realizzazione di un database completo del target di vaccinazione con individuazione delle generalità, del luogo di domicilio effettivo e delle condizioni di salute dei vaccinandi a partire dai database non coerenti e dispersi, oggi esistenti presso diverse strutture pubbliche

2. coinvolgimento (engagement) individuale dei vaccinandi pre e post somministrazione in modo adatto per tutte le classi di popolazione

3. dimensionamento delle risorse necessarie, sia umane (ivi comprese quelle da formare), sia strumentali (es. unità mobili), sia fisiche (spazi), e loro distribuzione geografica e temporale

4. garanzia integrità dei vaccini che richiedono temperature fuori dal normale inviluppo di utilizzo sanitario e individuazione dei lotti avariati il più precocemente possibile

5. garanzia vaccinazione a domicilio da subito per popolazione fragile anche in località disagiate

6. monitoraggio e controllo delle scorte di vaccini e loro utilizzo effettivo senza sprechi

7. accessibilità e semplicità di prenotazione della vaccinazione per tutte le classi di popolazione e gestione degli accessi ai luoghi di somministrazione

8. sicurezza (security) degli accessi ai sistemi informativi utilizzati dal piano vaccinale in ogni sua fase

9. gestione programmata e rigorosa della grandi quantità di rifiuti speciali creati a seguito delle somministrazioni anche in spazi non ospedalieri o medici


A parere del panel di esperti OITAf, questi aspetti vanno affrontati in modo più chiaro e circostanziato nelle informazioni ad oggi rilasciate sulle modalità di realizzazione del Piano Strategico Vaccinale.


Il panel è ora al lavoro sulla messa a punto delle soluzioni individuate, sulla base della conoscenza e dell’esperienza nel settore e delle migliori pratiche in uso in situazioni simili. I risultati dei lavori stanno guidando la redazione di un documento strutturato contenente raccomandazioni che, dopo rapida validazione interna dello stesso panel, saranno trasmesse in forma definitiva alla Struttura Commissariale il 18 dicembre prossimo.


I componenti del Tavolo di Lavoro:

Cybersecurity e sicurezza dei magazzini e dei trasporti: ing. Stefano Brivio - MGH Systems Italia. Conservazione e trasporto refrigerati (da -70 a +8 Celsius): ing. Bruno Cortecci - Membro Com. ONU Unece W.P.11; Ing. Vincenzo Cuffaro, Direttore Vendite Life Science Sohern Europe, CSafe Global; Logistica distributiva del Farmaco: prof. Maurizio Da Bove – Docente Universitario. Sistemi Informativi, Collaboration & Machine Learning, ing. Gianni De Togni, Amministratore e Coordinatore Industry 4.0, Injenia. Medicina preventiva e sanità pubblica: prof. Giancarlo Icardi - Coordinatore GdL Vaccinazioni SITI (Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica). Sistemi informatici e di comunicazione digitale: ing. Olga Landolfi - direttore TTS Italia. Geografia delle popolazioni e dei servizi: prof. Michele Pigliucci - ricercatore Geografia Economica Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Medicina generale e territoriale: dott. Mauro Ruggeri, Responsabile Simg e segretario regionale Simg Toscana (Società Italiana Medicina Generale). Analisi di ricerca operativa: ing. Claudio Vettor - Consulente Aziendale Esperto TOC e Demand Driven MRP.

Per OITAf: dr.ssa Clara Ricozzi -Presidente, chairman dell’evento; dr. Giuseppe Guzzardi – direttore; dr. Marco Comelli - segretario generale (relazione introduttiva)


#MarcoComelli

#vaccino #covid #logistica #logisticafarmaci #supplychain #vaccinocovid

 

VUOI APPROFONDIRE ARGOMENTI DI TUO INTERESSE?

iscriviti e leggi la nostra newsletter mensile

11 visualizzazioni